6 rivestimenti per la cucina: quale scegliere

Se siete indecisi nella scelta dello stile da dare alla vostra cucina, va da se che la scelta del rivestimento a parete da mettere lo sarà ancor di più (per capirci  quello spazio tra base e pensile, o comunque il rivestimento a muro).

Non è detto che il paraschizzi debba a tutti i costi essere in tema con lo stile dei mobili anche se a qualcuno l’uniformità e la continuità è la scelta migliore. Ecco una breve guida tra le infinite varianti di materiali che si possono utilizzare per lo schienale della cucina.

Pannello laminato

La scelta più semplice ed economica è quella del pannello in laminato da utilizzare oltre che per il piano cucina anche per lo schienale a parete. L’effetto grazie alle nuove tecnologie è molto piacevole e le aziende produttrici offrono un’ampia gamma di varianti. Tinte unite, con decori, con effetti che richiamano i matareiali naturali o le resine, effetti personalizzati come le serigrafie, etc.

photo source: archiproducts

Materiali naturali

Marmette o lastre che siano, i materiali naturali, come in questo caso, il marmo,  hanno sempre il loro fascino. Marmo, granito o pietra. Sempre attuali, che si richiamano alla tradizione o con allestimenti minimalisti, permettono ai prgettisti di sbizzarirsi. Nella foto un noto marchio di cucine propone il suo prodotto con lo schenale e il lavello in marmo Rosa Portogallo, che con i dovuti trattamenti, è un’ottima soluzione per una cucina elegante e raffinata.

photo source: archiproducts

Gres porcellanato

Il gres porcellanato è talmente versatile che le aziende del design italiano produttrici di cucine, da qualche tempo, hanno iniziato a proporre alcuni modelli di cucine rivestite di questo materiale. Ecco perchè sarebbe un peccato relegarlo a semplice rivestimento tra base e pensile o semplice “paraschizzi” quando è un materiale di così grande effetto.

photo source: archiproducts

Piastrelle

Scelta sempre valida per la parete paraschizzi della cucina, soprattutto se come quelle della foto, richiamano lo stile delle piastrelle della metropolitana. Questo bel bianco lucido con formati irregolari bene si abbina ad una cucina dal sapore vintage  con il metallo nero, il legno vissuto e dai colori del tabacco e i mattoni di un loft newyorkese.

photo source: archiportale

Maioliche

Alternativa alle piastrelle, le maioliche quadrate o esagonali, tono su tono o coloratissime sono ultimamente riproposte da molte aziende. Abbinabili sia se avete una cucina rustica dal sapore tradizionale, sia che vogliate fare un’abbinamento di rottura con le linee essenziali di una cucina contemporanea.

photo source: archiproducts

Acciaio

Se vogliamo dare l’effetto di una cucina professionale, cosa c’è di meglio che l’utilizzo dell’acciaio? Subito il pensiero va alla cucina della ristorazione, igienico e molto utile se vogliamo dare carattere alla zona operativa. Non ha problemi per la pulizia, strisciato e vissuto è bello, e in commercio ne esistono anche di decorati, a rilievo, oltre alle tipologie del lucido e dello spazzolato. Un paraschizzi per la cucina così va benissimo per una cucina dal sapore industriale, ma anche se ultra-minimale.

photo source: archiproducts

 

Vetro e mosaico

Materiale molto utilizzato perchè la lastra di vetro retro laccato (la gamma di colori è vastissima) dà la possibilità di avere grandi formati e il taglio a misura. Inoltre volendolo utilizzarlo nella zona operativa dei fuochi è resistente alle alte temperature e molto pratico. Il mosaico invece è affascinante per l’effetto e l’eleganza ed esprime le sue infinite potenzialità sia in ambienti classici che moderni.

photo source: archiproducts

 

Infine un consiglio:

Se vuoi essere originale e dare un tocco di creatività alla tua cucina perchè non pensare a rivestire un pannello con della carta da parati ignifuga e lavabile, utilizzabile anche in bagno. Vedi anche l’ articolo Carte da parati: che passione! Rivolgendosi all’artigiano giusto, tutto è possibile. E se vuoi fare da te e hai voglia di sporcarti le mani un’altra alternativa molto valida potrebbe essere lo smalto trasparente sopra la pittura del muro oppure una pittura lavabile. A te la scelta!

photo source: archiproducts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *